FANDOM


Character Template HelpHelp.png
Vero Nome
Information-silk.png
Tyr Odinson
Alias Corrente
Information-silk.png
Tyr

Altri Alias
Information-silk.png
Týr (Antico Nordico, Moderno Islandese e Faeroese), Tyz (Gotico), Ty (Norvegese Antico), Ti (Svedese Antico), Tiw, Tiu, Tio, Tig (Inglese Antico), Ziu, Zio (Alto Germanico Antico), a probabilmente, Teiw (Proto-Germanico), "Gli avanzi del Lupo", Tyr delle Battaglie

Identità
Information-silk.png

Allineamento
Information-silk.png

Appartenenza
Information-silk.png

Parenti
Buri (Tiwaz) (bisnonno paterno),

Bolthorn (bisnonno materno per adozione),
Bor (nonno paterno),
Bestla (nonna paterna, presunta decessa),
Fygorgyn (nonno materno),
Gea (Jord) (nonna materna),
Mimir (prozio paterno),
Odino (padre),
Saga (madre),
Frigga (madre),
Il Serpente (zio paterno, decesso),
Vili (zio paterno, decesso),
Ve (zio paterno, decesso),
Fulla (prozia materna),
Cisa (moglie),
Balder (fratello),
Hermod (fratello),
Vidar (fratellastro paterno),
Thor (fratellastro paterno),
Bragi (fratellastro fraterno),
Loki (fratello adottivo),
Idunn (cognata),
Nanna (ex cognata),
Solveig (ex cognata),
Sigyn (ex cognata),
Hoder (nipote),
Narvi (nipote, decesso),
Váli (nipote, decesso),
Hela (presunta nipote),
Fenris Wolf (presunto nipote),
Serpente di Midgard (Jordmungand) (presunto nipote),
Hoarfen (presunto pronipote),
Sturm (presunto pronipote),
Drang (presunto pronipote),

Wolf Gods (presunti pronipoti)

Universo
Information-silk.png

Base Operativa

Caratteristiche
Genere
Information-silk.png

Altezza
Information-silk.png
2,01 m


Occhi
Information-silk.png

Capelli
Information-silk.png

Caratteristiche Particolari
A Tyr manca la mano sinistra, che è coperta con una calotta metallica.

Stato
Cittadinanza
Information-silk.png

Stato Civile
Information-silk.png

Occupazione
Divinità; Dio Asgardiano della Guerra, del combattimento corpo a corpo, e della gloria eroica

Origine
Origine
Divinità

Luogo di Nascita


Prima apparizione
Prima apparizione in Italia

Storia

Tyr è il dio Asgardiano della guerra. Prima del sorgere di Thor alla ribalta come il più grande eroe di Asgard, Tyr una volta svolgeva un ruolo analogo, essendo uno dei più grandi difensori di Asgard, e di tanto in tanto un amarezza o risentimento nei confronti di Thor sorge in lui nei tempi moderni a causa di questo. Egli in realtà è stato anche coinvolto in una ribellione contro Thor e Odino ad un certo punto, ma si schierò con loro contro Surtur ed è da allora rimasto leale. Tyr si distingue dai suoi compagni Asgardiani sopratutto fisicamente per la mancanza della sua mano sinistra e il polso, poiché l'incidente che riguarda queste lesioni è abbastanza ben noto a tutti gli Asgardiani. Eoni fa, il terribile Fenris Wolf era a caccia di prede e le divinità Asgardiane avevano difficoltà a sottomettere e limitare la malvagia creatura. Qualsiasi materiale o dispositivo utilizzato per legare la bestia sarebbe successivamente e inevitabilmente spezzato dal suo selvaggio potere. Quando le catene di ferro e di acciaio non fallirono, gli dei Asgardiani si rivolsero all'abilità ed alla competenza alla lavorazione dei nani per costruire un dispositivo che avrebbe potuto realmente avere successo nel legare Fenris

I nani di Nidavellir, sempre gli esperti di forgiatura, crearono il Gleipnir, una catena simile a un nastro apparentemente sottile. È stato detto di essere fatta di materiali che la cui esistenza è considerata una sfida alla logica e alla plausibilità, il suono dell'atterraggio di un gatto, la barba di una donna, le radici di una montagna, i nervi di un orso, il respiro di un pesce e la saliva di un uccello. Tuttavia Fenris era sospettoso di questo Gleipnir, e quindi l'unico modo per gli Asgardiani per ottenere la possibilità di legare Fenris, ora dipendeva dalla sua volontà di permettere a se stesso di essere legato. Così come segno di buona fede, Fenris avrebbe permesso di essere legato solo se qualcuno degli dèi avrebbe messo la mano nella sua bocca, come un modo di rispondere alla sua preoccupazione per un inganno. Fu la mano di Tyr, famoso e ben noto per essere eroico, coraggioso e impavido tanto quanto il suo titolo di dio della guerra, a pacificare le preoccupazioni di Fenris. Eppure il superiore Gleipnir ebbe successo nel suo compito, e Fenris ora si trovava improvvisamente in una posizione in cui non poteva sfuggire ai suoi legami, e Tyr, in quel giorno, perse la mano in un modo violento, con Fenris che la prese tra le sue fauci. Tyr ora indossa una sorta di protesi d'oro ornamentale in sostituzione della mano. Lui è molto anziano, e stanco della battaglia in questi tempi, ed è in qualche modo tenuto in alta considerazione dato il suo stato e il suo comportamento.

Il giudizio di Tyr

Tyr offende Lady Sif.jpg

Tyr offende Lady Sif

Tyr fa delle avances dirette a Lady Sif. Lui cresce risentito e amareggiato nei confronti di Thor, con cui ha sempre mantenuto e rapporto difficile. Ora ancora di più, il suo desiderio per Sif, il rifiuto delle sue avances da parte di lei e l'amore di lei per Thor, alla fine prende prende il sopravvento sul dio della guerra, e cerca di scaricare la sua rabbia su Thor. Invocando una legge Asgardiana a lungo dimenticata, gli viene concesso il permesso di recarsi ad Asgard, per recuperare Thor ai sensi di legge. Egli invece usa questo come una scusa per raccogliere armi per affrontare Thor e attaccarlo fisicamente. Egli acquisisce anche la leggendaria arma Mazza delle Guerre Mitologiche, un'arma di Odino da poter usare nel suo confronto con Thor. Egli è in grado di utilizzarla per pareggiare contro la potenza superiore del suo nemico, il possente dio del tuono, eppure Thor alla fine riesce a spezzare la mazza con i suoi furiosi colpi. Egli sconfigge Tyr, e lo riporta ad Asgard battuto, ed è lì che comincia a capire il motivo per cui è stato aggredito. Inizialmente, rischiando una punizione per le sue azioni, Sif è in grado di fare luce sul comportamento e le motivazioni di Tyr e Thor viene perdonato mentre il nordico dio della guerra viene rimproverato dal Padre Onnipotente Odino

Questo Campo di Battaglia, la Terra!

In un piano audace, Loki convince Tyr a rivoltarsi contro Odino in lega con i Giganti del Ghiaccio, i Giganti della Tempesta, demoni, divinità Lupo, e Surtur. Loki e Tyr prepararono un piano per scatenare anche il Serpente di Midgard sulla Terra. Eppure, l'inganno e la falsità di Loki che non conosce confini, è focalizzata su Tyr con Loki che si allontana rapidamente dagli aspiranti invasori e Tyr lasciato a prendersi il grosso della colpa. Egli lottò contro Hogun il Fosco, e si scontrò in battaglia con Odino stesso, che velocemente lo sconfisse. Con il passare del tempo fu riammesso tra i suoi pari

Per Asgard

Qualche tempo nel lontano passato di Asgard, i Nove Mondi erano in uno stato di disperazione. Un inverno perpetuo seguì la morte di Balder, gli alberi spogli delle mele d'oro di Idunn erano appassiti ed infruttuosi. I giganti di Jotunheim preferivano usare i loro figli e le loro donne come scudi piuttosto che combattere gli Asgardiani onorevolmente. Per Tyr l'ambiente amaro richiedeva metodi più duri, ma il dio della guerra trovò l'opposizione nelle richieste di Lady Sif per soluzioni più gentili e amichevoli. Nel tentativo di consigliare il dio del tuono Thor che regnava al posto di Odino misteriosamente scomparso, Tyr e Sif litigavano spesso e ferocemente. Tyr continuò a perorare il merito di perseguire opzioni più aggressive quando si trattava di potenziali rivolte e proteste. Alla fine Tyr fu colpito alla testa da una freccia.

Latverian Prometeo

Il ritorno di Tyr.jpg

Il ritorno di Tyr

Dottor Destino e Loki collaborarono e molte vite Asgardiane furono sacrificate. Con Thor esiliato e Asgard pronta ad assediare il castello di Doom nella sua terra con tutti i suoi vantaggi, Balder invita tutti gli Asgardiani a prepararsi per la battaglia.

Tyr arriva, e dopo non essere stato visto per molti anni, egli è apertamente il benvenuto. Dopo tutto lui è il dio della guerra e molti spiriti sono sollevati tra gli Asgardiani. Tyr è abbastanza efficace durante la vera battaglia e combatte per il giusto a fianco al suo a volte rivale Thor. Apparentemente le loro esperienze passate dimenticate in luce di un rapporto più amichevole.

Assedio

Nella notte precedente all'attacco di Osborn ad Asgard, Tyr ignorò gli avvertimenti di un veggente Asgardiano a proposito della battaglia imminente. Lui credeva che nulla su Midgard potesse costituire una minaccia per le divinità nordiche. Egli ignorò anche una profezia che il dio della guerra sarebbe morto durante la battaglia. Il giorno dopo Tyr entrò nella stanza del veggente per dirgli che si sbagliava solo per scoprirlo morto e udire la chiamata alle armi. Realizzando la profezia del dio della guerra morente era vero, Tyr promise comunque di sfidare il destino.

Durante la battaglia Tyr servì come uno dei comandanti dell'esercito di Asgard e lottò personalmente in battaglia. L'arrivo dell'Esercito di Hood potenziati dalle pietre delle Norne cambiò le sorti della battaglia a sfavore di Asgard. Balder e Heimdall lasciarono Tyr al comando mentre cercavano Loki per evitare guai maggiori. Tyr fu lasciato in carica, ma temendo la profezia abbandonò la prima linea con il pretesto che cercava più soldati per la battaglia. Nel campo ospedaliero Tyr apprese della morte di Ares, il dio greco della guerra, in battaglia contro la Sentry. Realizzando che la profezia si applicava ad Ares, Tyr maledisse la propria viltà e tornò al fronte. Lui tentò di prendere le pietre delle Norne da Hood, ma venne ucciso.

Da spirito Tyr apprende dell'esistenza dei Disir, valchirie maledette che servirono sotto il precedente re di Asgard, Bor. Tyr tentò di proteggere gli spiriti dei morti Asgardiani, ma non ci riescì. Danielle Moonstar, potenziata come una Valchiria riuscì ad allontanarle. Dal momento che Tyr non era veramente morto, lui viene restituito al suo corpo. Egli salva molti Asgardiani da Thunderball della Squadra Demolizione e poi si riunì a Balder per la parte finale della battaglia.

La Giusta Mano

Tyr affronta i Disir da solo.jpg

Tyr affronta i Disr da solo

Dopo l'Assedio, Tyr si rimproverò di non essere pronto per una battaglia. Partecipò al funerale di Loki in cui fu rivelato il suo status di figlio di Odino. Quando si parlò del futuro di Asgard, molti Asgardiani nominarono Tyr a servire come regnante alla luce della mancanza di volontà e l'esilio di Thor e i fallimenti di Balder. Vergognandosi delle sue azioni durante la battaglia, Tyr rifiutò temendo il risultato. Nel corso della riunione apparve Hela, rivelando l'esistenza dei Disir e supplicando aiuto. Poichè Balder non fu in grado di andare in quanto ciò poteva mettere in pericolo il re, Tyr fu scelto per accompagnare Thor a Hel, che si trova attualmente nell'inferno di Mefisto.

Quando fu in Hel, Tyr rivelò a Thor la sua codardia durante la battaglia e la sua paura dei Disir. Tyr spiega la sua natura superstiziosa dicendo che non esiterebbe a combattere contro qualsiasi cosa che può trafiggere con una spada, ma di fronte a nozioni astratte o intangibili, come il fato e i Disir lui vacilla. Thor lo rassicura spiegandogli che mentre Thor può portare gli uomini in battaglia, Tyr è il migliore generale che Asgard possiede ed è per questo che c'è bisogno di lui in quel luogo.

Hela ringrazia Tyr.jpg

Hela ringrazia Tyr

Mentre Thor cerca un'arma che potrebbe effettivamente essere in grado di ferire le deformi e corrotte ex Valchirie di suo nonno Bor, Tyr difende valorosamente il corpo fisico di Hela, da solo e in inferiorità numerica. Impossibilitato a fare del male ai Disir, egli escogita per Hela di diffondere la sua anima in quanti più cadaveri animati possibile in modo che i Disir momentaneamente si sarebbero fermati a divorare ciascuno. Una volta che tutte le altre difese fallirono Tyr tentò di affrontare i Disir lui stesso, ma venne ignorato. I Disir lo insultarono per la sua passata vigliaccheria e preferivano vederlo vivo divorato dalla vergogna. Infuriato per questo e spinto a proteggere Hela, per la prima volta dimostrò la capacità di rimuovere il cappuccio di protezione della mano persa molti anni prima contro Fenris, e al posto della mano divorata mancante, si materializzò una forma di energia incandescente, che poteva utilizzare per causare un po di dolore ai Disir. Tyr era abbastanza determinato a trattenere i Disir fino a che Thor trovasse il modo di sconfiggerle. La spiegazione riguardo la mano di energia di Tyr implica che questa potrebbe essere la sua anima divina in forma fisica. Hela espresse personalmente il suo ringraziamento al dio della guerra per la sconfitta dei Disir.

Divoratori dei Mondi

Tyr si unì a Balder in una missione suicida contro i Divoratori dei Mondi. Cadde in battaglia a causa della loro superiorità numerica, ma riuscì ad abbattere molti nemici.

Fear Itself

Tyr si allea a Loki per fermare il Serpente.jpg

Tyr si allea a Loki per fermare il serpente

Ancora numerato come uno dei morti, Tyr si trovò al servizio della dea della morte Hela. Il rapporto tra i due, il dio della guerra e la dea della morte, è piuttosto intimo e amichevole. Tyr apparentemente piuttosto fedele e Hela abbastanza fiduciosa del generale dei suoi eserciti. Tyr comunque è ancora disposto ad aiutare Loki, anche se la fedeltà di Tyr in ultima analisi, metterà sempre Asgard per prima. Al fine di aiutare Loki a portare luce alla profezia che avrebbe portato alla caduta del Serpente Cul, fratello di Odino, Tyr fa squadra con Leah, i Disir e il Distruttore. Insieme furono in grado di eseguire il piano d'azione di Loki, aiutando a svolgere un ruolo fondamentale nella caduta del Serpente. Hela con il tempo sembrò diventare sempre più affettuosa con Tyr, a volte suggerendo che un grande potere e autorità sarebbe stato sulla sua strada con il tempo dovuto.

Poteri e Abilità

Poteri

Tyr possedeva i convenzionali attributi fisici di un dio asgardiano:

Forza Superumana: Tyr era un po 'più forte del maschio Asgardiano medio ed è in grado di sollevare circa 35 tonnellate. La perdita della sua mano, però, ha influenzato la sua capacità di sollevare pesi incredibili.

Velocità Superumana:. Tyr era capace di correre e muoversi a velocità molto superiore a quella del migliore atleta umano

Resistenza Sovrumana: I muscoli di Tyr producevano molto meno tossine da fatica rispetto ai muscoli degli esseri umani durante l'attività fisica. Poteva sforzare se stesso per circa 24 ore prima di prima che la fatica lo debilitasse.

Durevolezza Superumana: I tessuti del corpo di Tyr erano notevolmente più resistenti ai danni di quelli di un essere umano. Egli era in grado di sopportare grandi forze d'impatto, temperature estreme e proiettili di grosso calibro, senza riportare ferite.

Fattore di Guarigione Rigenerativo: Nonostante la sua durevolezza, era possibile ferire Tyr. Tuttavia, il suo metabolismo Asgardiano gli permetteva di guarire a livelli di velocità ed efficienza sovrumana. Tuttavia, egli non era in grado di rigenerare arti o organi mancanti.

Longevità Estesa: Anche se non immortale, come alcuni dei di altri pantheon, Tyr, insieme a tutti gli altri Asgardiani, invecchiavano a un ritmo molto più lento di quello degli esseri umani. Pur avendo migliaia di anni, era ancora nella sua perfezione fisica al momento della sua morte. Tyr era anche immune a tutte le malattie e infezioni terrestri conosciute.

Abilità

Tyr era un eccellente combattente nel corpo a corpo ed era molto abile nell'uso di tutte gli armamentari Asgardiani in situazioni di combattimento

Tyr era un eccellente tattico e a detta di Thor il miglior generale di Asgard.

Era anche detto che fosse un maestro nell'arte dell'arco. Questo, presumibilmente, era vero prima che perdesse la sua mano

Armamentario

Armi

Una varietà di armi Asgardiane.

Links

Cerca e Discuti

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale