FANDOM


Character Template HelpHelp
Vero Nome
Information-silk
Harold Theopolis Osborn
Alias Corrente
Information-silk

Altri Alias
Information-silk
Goblin, American Son

Allineamento
Information-silk

Appartenenza
Information-silk
I Vendicatori Oscuri (come American Son)

Parenti
Norman Osborn (padre),
Emily Osborn (madre, deceduta),
Liz Allen (ex-moglie),
Norman Osborn Jr. (figlio),
Gabriel Stacy (fratellastro),
Sarah Stacy (sorellastra),

Universo
Information-silk

Caratteristiche
Genere
Information-silk

Altezza
Information-silk


Occhi
Information-silk


Stato
Cittadinanza
Information-silk

Stato Civile
Information-silk

Occupazione
Titolare della catena "Coffee Bean",
ex-presidente e ex-proprietario delle Industrie Osborn (OsCorp)

Luogo di Nascita
New York


Prima apparizione
Prima apparizione in Italia

Sconosciuta

Storia

Gli Anni d'Oro

Figlio del ricco industriale Norman Osborn, il Goblin originale, e della moglie Emily, Harry conduce una vita agiata data la posizione del padre, il quale gli rinfaccerà sempre i sacrifici fatti per mantenerlo ed istruirlo; ciò lo renderà fortemente succube dell'autorità di Norman.

Dopo il diploma, venne ammesso alla Empire State University; annoverato tra gli studenti più benestanti della scuola, divenne ben presto uno degli elementi più popolari, nonostante il suo modo di fare altezzoso, e si circondò di studenti altrettanto conosciuti, tra cui l'amabile Gwen Stacy. Gwen sembrava intrigata da un nuovo studente: il topo di biblioteca, studioso e tremendamente timido Peter Parker e come risultato Harry iniziò ad avercela con lui, poiché invidioso di tutte le attenzioni che Gwen gli riservava e poiché convinto che Peter preferiva starsene per conto suo in quanto snobbava la loro compagnia. Dopo alcuni faccia a faccia con Parker, realizzò che Peter è semplicemente timido, e molto preoccupato per la salute di sua zia May. Messe da parte le iniziali incomprensioni i due divennero grandi amici, arrivando a condividere un appartamento. Ma la personalità di Goblin emergeva a periodi casuali nella mente di Norman, e ciò lo portò a combattere più volte l'Uomo Ragno, per poi ridiventare completamente Norman a battaglia conclusa; furono tempi difficili per Harry, che non riusciva a spiegarsi i comportamenti del padre, arrivando infine a cadere nel tunnel della droga, assumendo via via sostanze sempre più forti. Tutto ciò influì pesantemente sulla sua stabilità mentale e sulle sue relazioni sociali.

Non molto tempo dopo, la vita di Harry cadeva letteralmente a pezzi: la sua relazione con l'amica di Peter, Mary Jane Watson, era arrivata al capolinea nel momento in cui lei decise di scaricarlo, stanca del suo stile di vita autodistruttivo. Harry, disperato si rifugiò nuovamente nelle droghe e andò in overdose da LSD, da cui sopravvisse, ma la cosa, affiancata alla imminente bancarotta dell'azienda di famiglia, portò la follia di Norman Osborn oltre ogni limite. Norman uccise Gwen Stacy e si ritrovò poco dopo faccia a faccia con l'Uomo Ragno in una battaglia che si concluse con la morte di Osborn, trafitto dal suo stesso aliante.

Il Secondo Goblin

HarryFace

Harry assume l'identità di Goblin.

Harry, in gran segreto, aveva assistito al combattimento; intenzionato a proteggere l'identità segreta del padre, gli tolse di dosso il costume da Goblin e lo nascose. Accusando l'Uomo Ragno per "l'omicidio" di suo padre, Harry giurò vendetta; avendo ereditato l'azienda del padre, riuscì a rimettere gli affari in piedi fintanto che pianificava la sua rivalsa. Un giorno, con suo grande shock, trovò un costume da Uomo Ragno nell'appartamento di Peter e realizzò che l'uomo che tanto odiava era proprio il suo migliore amico. Utilizzando l'equipaggiamento di suo padre, Harry, nelle vesti del secondo Goblin, combattè con Peter.

Non intenzionato a fargli del male, Peter evitò la lotta col suo migliore amico; il risultato fu un Harry messo KO e preso in custodia dalla Polizia; fu a questo punto che rivelò davanti a tutti di essere Goblin e che Peter Parker era in realtà l'Uomo Ragno, ma fu bollato come lunatico. Fu poi dato in cura allo psichiatra criminale Bart Hamilton, che, appresi da Harry, grazie all'ipnosi, i segreti di Goblin riuscì a seppellirgli questi ricordi nel profondo della mente; Hamilton però non agiva altruisticamente: saccheggiò uno dei nascondigli di Harry e assunse l'identità del terzo Goblin, intenzionato a divenire il signore del mondo criminale. Nonostante una breve sbandata in cui ridivenne Goblin in occasione dello scontro finale con Hamilton, Harry fu dimesso poiché ritenuto guarito dopo una commozione cerebrale che gli fece dimenticare l'identità dell'Uomo Ragno; ricostruì dunque la sua amicizia con Peter.

Più tardi Harry sposò Liz Allen, vecchia amica del liceo di Peter; i due ebbero un figlio, Norman Jr..

Inferno

HarryOsbornGoblin

Harry diventa Goblin per la seconda volta.

Questa tranquillità venne infranta quando, per gli effetti collaterali della crisi Inferno, il subconscio di Harry iniziò a riemergere. Gli tornarono sia il ricordo di essere stato Goblin, sia il suo odio psicotico verso l’Uomo Ragno; Harry si era auto-convinto che Peter invidiasse la “famiglia felice” degli Osborn, dal momento che non aveva mai avuto né genitori né protettori, quando in realtà ad essere vero era l’esatto opposto. La sua sanità mentale andò in frantumi e dichiarò che il loro successivo scontro sarebbe stato l’ultimo, al punto che alla fine solo uno dei due ne sarebbe uscito vivo. Per assicurarsi la vittoria, Harry cercò gli appunti di suo padre allo scopo di ricreare la formula chimica della superforza di Goblin. Harry apportò delle personali modifiche alla formula, la quale, dopo averla ingerita, si dimostrò perfino superiore alle sue aspettative. La formula lo aveva reso più forte sia di Peter che di suo padre; potendo ora tener testa all’Uomo Ragno, Harry pianificò la sua vendetta definitiva.

La Morte

Harry incominciò a perseguitare Peter Parker sul suo aliante pipistrello, sostenendo che non c’erano leggi che vietano di svolazzare con addosso costumi sgargianti, e in più provocandolo, dicendogli che prima o poi lo avrebbe ucciso ma che nel frattempo preferiva lasciarlo con la suspense su quando sarebbe successo. Dopo essere andato avanti così per settimane, Peter perse infine la calma e attaccò Harry col risultato di essere a sua volta scagliato lontano quando Harry contrattaccò, a dimostrazione della sua nuova potenza. Harry volò via, deridendo l’incapacità dell’Uomo Ragno di fermarlo. Poco tempo dopo, Harry organizzò una prestigiosa cena alla sua Fondazione, invitando molti dei vecchi compagni d’affari di suo padre. In realtà si trattava di una trappola: Harry aveva piazzato esplosivi per tutta la Fondazione, che sarebbero dovuti saltare in aria insieme a tutti coloro che avevano oltraggiato gli Osborn.

Harrydeath

Morte di Harry.

L’Uomo Ragno, preoccupatissimo, si intrufolò per investigare, col risultato di trovarsi davanti Harry vestito da Goblin; i due ex-amici ingaggiarono una battaglia devastante che si concluse quando Harry iniettò a Peter una droga che lo immobilizzò, lasciandolo comunque vivo. Nel momento in cui iniziò a darsi per vincente, realizzò che Mary Jane e suo figlio Normie si trovavano nell’edificio e che in trenta secondi le bombe sarebbero esplose. Messe da parte le incertezze sul fatto di essere tutt’altro che un eroe, Peter convinse Harry ad usare il suo aliante danneggiato per portare Normie e Mary Jane al sicuro; dopo averli salvati, Harry ritornò infine in sé e realizzò di aver lasciato Peter là dentro a morire. Harry salvò Peter dall’esplosione appena in tempo ma appena i suoi amici accorsero per ringraziarlo, collassò improvvisamente. La formula di Goblin, sebbene aumentasse la sua forza, gli stava gravemente avvelenando il sangue. Vennero chiamate le ambulanze ma Harry morì durante la corsa in ospedale. Le sue ultime parole furono delle scuse rivolte a Peter e la conferma che, nonostante tutto, continuavano ad essere e sarebbero sempre stati migliori amici.

Prima della sua “morte”, Harry Osborn persuase il Camaleonte a creare due androidi con l’aspetto dei genitori defunti di Peter Parker allo scopo di spingere Peter a confessar loro chi fosse in realtà. Chiaramente Harry già conosceva l’identità dell’Uomo Ragno ma le sue intenzioni erano giocare con la mente di Peter, quindi convinse il Camaleonte che Parker, dato tutte le foto che gli aveva scattato, dovesse conoscere per forza l’identità dell’Uomo Ragno. Quando l’Uomo Ragno scoprì l’inganno, impazzì per un breve periodo di tempo a causa della delusione di aver perso nuovamente i suoi genitori.

Il Ritorno

In realtà la formula di Goblin che salvò la vita a suo padre, dopo che questi finì impalato dal suo aliante pipistrello, salvò la vita dello stesso Harry conferendogli le medesime capacità. Norman Osborn ritornò nella vita del figlio e pagò Mysterio per inscenare la morte di Harry, mentre in realtà spediva suo figlio in Europa. Divorziato da Liz, si ripresentò a New York dopo un soggiorno durato anni in una clinica di riabilitazione in Europa; attualmente non ricorda nulla circa l’essere stato Goblin e neppure l’alter-ego di Peter Parker. Harry ora è proprietario di una catena di cafè ispirati al suo luogo di ritrovo ai tempi del college, il Coffee Bean, e, nonostante consideri Peter il suo migliore amico, odia profondamente l’Uomo Ragno. Si frequenta con Lily Hollister, figlia del procuratore distrettuale di New York, Bill Hollister.

Minaccia, un nuovo criminale stile-Goblin, si scontrò con Norman Osborn ed andò su tutte le furie a causa dello stesso Norman, il quale affermava che l’unica cosa che a lui interessava era uccidere l’Uomo Ragno. Norman chiamò Harry, il quale, dalla voce distorta del padre, si accorse che questi stava indossando il costume di Goblin, cosa che fece inorridire e rivoltare Harry, che affrontò infuriato il padre, desideroso che portasse avanti il suo retaggio e diventasse un uomo migliore. Confuso, Harry fu salvato dall’Uomo Ragno, il quale, desideroso di pestare pesantemente Norman, si bloccò quando notò un’area di test su persone; Harry sembrò essere il sospettato principale, nonostante i suoi tentativi di dichiararsi innocente. Più tardi Harry disse di voler parlare con Peter, il quale, pochi attimi prima, era stato baciato da Lily, mentre questa stava andandosene con un misterioso contenitore etichettato “Prometheus X-90”.

Il Prometheus X-90 fu sviluppato come cura per la condizione di Mark Raxton che lo rendeva Molten; per di più, l’unica cavia umana fu Charlie Weiderman, il secondo Molten, nonché unica persona su cui il siero potesse essere testato. Dopo che la cura venne somministrata, Liz perdonò finalmente Harry e gli riconsegnò l’anello di matrimonio che inizialmente affermava di aver perso.

Dopo aver preso in affitto tutta Liberty Island, Harry ci portò Lily. In cima alla Statua della Libertà, Harry si inginocchiò e le propose di sposarlo. Lily però rifiutò la proposta di Harry, non essendo sicura che la loro relazione sarebbe durata, cosa che lasciò Harry senza parole. Più tardi Harry si recò a casa di Lily e non appena varcò la soglia rimase allibito nel vederla indossare abiti che era evidente appartenessero a Minaccia.

Rivelatogli di aver trovato una porta segreta nel suo armadio nonché uno dei suoi vecchi diari, Lily iniziò a punzecchiarlo su quanto si lamentasse a proposito di suo padre; Harry pensava che il suo comportamento derivasse dal suo essere malata; aggiunse poi di aver scoperto dal diario una delle stanze segrete di Norman e questo spiegava il perché aveva baciato Peter dopo l‘attacco dei Thunderbolts: egli era sul punto di trovare l’interruttore segreto per aprire la porta. Entrataci per prima, ci trovò tutto l’equipaggiamento di Goblin insieme ad alcuni esperimenti; inciampata su alcune sostanze chimiche, le assorbì, divenendo capace di trasformarsi a piacimento. Spiegò inoltre di aver constatato che gli attacchi di Minaccia contro suo padre avevano portato a quest’ultimo un maggior supporto da parte della comunità. Ed infine dice sì alla sua proposta di matrimonio. Al termine della loro conversazione, Harry entrò in uno dei magazzini di armi del padre e prese un aliante, un paio di guanti di Goblin e una pistola a dardi contenenti una sostanza chimica sconosciuta. Nel mezzo della battaglia tra l’Uomo Ragno e Minaccia, Harry la affrontò e le iniettò la sostanza, un tipo di antidoto che la riportò alla sua forma umana; salvò infine l’Uomo Ragno dalla folla e se ne andò. Lily venne imprigionata ma poi fuggì lasciando l’anello di Harry e un biglietto. Tutto ciò fece cadere Harry nel vortice dell’alcolismo, da cui venne salvato da Carlie Cooper.

Dark Reign

Americanson

Harry con l'armatura di American Son.

In seguito agli avvenimenti dell’Invasione Skrull, Norman Osborn venne nominato direttore di H.A.M.M.E.R. e formò la sua personale squadra di Vendicatori.

Norman si reca da Harry con un’offerta di lavoro all’interno della sua organizzazione. Harry rifiuta, ma dopo aver ricevuto una visita da Lily, che gli rivela di essere incinta, ci ripensa e accetta. Norman gli dà il benvenuto nella Torre dei Vendicatori, intenzionato a rendere suo figlio parte del “Progetto American Son”. In realtà, viene mostrato che Harry ha una motivazione ulteriore, fondata sull’intenzione di proteggere Lily e suo figlio; dopo aver disattivato la telecamera nella sua stanza ed essere fuggito di nascosto, trova una cura al siero di Goblin di Lily, sicura sia per lei che per il loro bambino, ma lei lo respinge, rivelando che tutta la vicenda non è stato altro che un imbroglio per fare in modo che Harry divenisse American Son, e che Norman lo avrebbe poi fatto morire tragicamente allo scopo di accrescere la popolarità verso sé stesso e i suoi Vendicatori. Rivela inoltre che il bambino non è di Harry ma in realtà dello stesso Norman; come ritorsione contro tutto ciò, Harry indossa l’armatura American Son e ingaggia un combattimento contro suo padre.

Durante la battaglia, Norman dichiara che Harry non è più suo figlio e che ha generato un altro figlio migliore per rimpiazzare un fallimento simile; dopo ulteriori provocazioni, l’Uomo Ragno incita Harry a decapitare Norman, visto che il suo fattore rigenerante potrebbe riparare persino un colpo in testa, ma aggiunge poi che uccidendolo “sarebbe diventato il figlio che Norman ha sempre desiderato”. Harry indietreggia, prendendo per sempre le distanze da Norman Osborn.

Dopo gli eventi di American Son, ha traslocato dal suo attico e attualmente vive nella vecchia camera di Peter Parker, a casa di zia May.

Poteri e Abilità

Poteri

Harry è in possesso di capacità sovrumane derivanti dalla formula di Goblin modificata. Non è chiaro se possieda tutt'ora i suoi poteri di Goblin.

  • Forza Sovrumana: Harry, come Goblin, possiede una forza sovrumana che supera di poco quella di suo padre e gli permette di sollevare fino a 10 Tonnellate.
  • Velocità Sovrumana: Goblin può correre e spostarsi a velocità che vanno oltre i limiti fisici del migliore degli atleti umani.
  • Vigore Sovrumano: La muscolatura di Goblin produce meno tossine affaticanti rispetto agli esseri umani. Anche se il suo vigore dipende dall’essersi nutrito o meno, Goblin può sforzarsi al massimo per svariate ore prima che l’accumularsi di tossine affaticanti nel suo sangue inizino a debilitarlo.
  • Resistenza Sovrumana: La formula ha inoltre fortificato tutti i tessuti corporali di Harry, rendendoli molto più resistenti alle ferite rispetto ad un umano normale. Sebbene Osborn possa essere ferito da oggetti come lame o proiettili, è molto resistente a grandi impatti o traumi da corpi contundenti. Può sopportare fortissimi urti, come la caduta da svariati piani o essere ripetutamente colpito da un nemico con una forza sovrumana tale da ferire gravemente o addirittura uccidere un normale umano, senza riportare nessun danno. E' stato in grado di affrontare l'Uomo Ragno e sopportare i suoi attacchi senza problemi.
  • Fattore Rigenerante: Se ferito, il corpo di Goblin è in grado di auto-curarsi con maggior velocità ed efficienza di un umano normale. Sebbene non sia neanche lontanamente paragonabile al potere di guarigione di Wolverine, può comunque guarire ferite che risulterebbero fatali ad una persona normale.
  • Agilità sovrumana: L’agilità, l’equilibrio e la coordinazione del corpo di Goblin sono potenziati a livelli che vanno oltre i limiti fisici naturali del miglior atleta umano.
  • Riflessi sovrumani: I riflessi di Goblin sono similmente potenziati e superiori al miglior atleta umano.

    Abilità

La sua intelligenza è potenziata a livelli sconosciuti a causa della formula di Goblin.

Armamentario

Equipaggiamento

Aliante Pipistrello, Armatura di American Son

Mezzi di Trasporto

Aliante Pipistrello

Armi

Bombe Zucca, Rasoi Pipistrello, Bombe a Gas, Guanti elettrici

Links

Cerca e Discuti